venerdì 30 dicembre 2011

Post nerd per augurarvi un buon 2012.

Ne ho sentito parlare bene e tanto, così tempo fa ho provato Linux Mint e Linux Mint Debian Edition.

Linux Mint ha le carte in regola per essere usato da chi è digiuno da Linux.
Così ho deciso di installarlo su un pc non mio, con il consenso del proprietario e solo dopo averglielo mostrato su Virtual Box (non è che vado a casa degli altri a formattare i pc senza motivo, anche se...).

Ho incontrato solo un piccolo ostacolo. Il pc in questione era un Asus Eeepc senza cd, quindi ho creato una chiavetta usb con l'utility usb-creator-gtk. Ma prima che funzioni bisogna modificare un file di configurazione come riportato in questa guida.

martedì 20 dicembre 2011

mi fa strano che per trovarlo mi sono dovuto affidare a metodi non tecnologici (se escludiamo l'uso degli sms e la mail per il titolo). Però risulto sempre un abile cercatore perché sfruttando le mie conoscenze ho trovato quello che mi interessava (e questo sms finirà sul blog)

giovedì 15 dicembre 2011

Un'altra esperienza di pre-morte. Questa volta causata da un coglione che corre sul bagnato e finisce per fare un testa coda, fortunatamente senza vittime, in tangenziale. Questione di secondi. Se fossi arrivato prima o più veloce sarei rimasto coinvolto anche io. Mi fa riflettere su quanto siamo solo di passaggio.

martedì 6 dicembre 2011

Warm Bodies - Isaac Marion

Ed è chiaro che lo faranno, perché, insomma guardaci.
Siamo diverse centinaia di mostri e una ragazza di cinquanta chili, in piedi al confine della loro città con il fuoco negli occhi. In profondità, sotto i nostri piedi, la Terra trattiene il suo respiro liquido, mentre le ossa di innumerevoli generazioni ci guardano e aspettano.

...

"Credo che nei secoli ci siamo annientati da soli. Ci siamo seppelliti sotto l'avidità e l'odio e qualsiasi altro peccato siamo riusciti a trovare fino a che le nostre anime, alla fine, si sono schiantate sul fondo roccioso dell'universo. E poi hanno scavato un buco, in un qualche... posto oscuro"


Warm Bodies, Isaac Marion

Giornate ciniche

Ti ho mai raccontato di come sarebbe la mia visione del lavoro, del mio lavoro? Vorrei tipo avere una azienda autonoma che funziona senza problemi, avere la stabilità economica che mi permetta di dedicarmi a tutti i progetti e le idee che mi vengono! A pranzo guardavo il ministro fornero che parlava di pensioni e ho realizzato che io nn ci andrò mai! Costretti come siamo a lavorare una vita intera per alimentare un sistema corrotto e non funzionante!

mercoledì 23 novembre 2011

caffeina

Questa è la settimana della caffeina.
Devo rimanere sveglio, essere attivo, fare cose e vedere persone.

Sto anche sperimentando il cappuccino fatto in casa, con risultati diversi ogni giorno, risultati lontanissimi dalla perfezione.

martedì 15 novembre 2011

Sto lavorando ad una foto, il soggetto non è ancora completo, ma ho già pensato ad un nome molto fantasioso: Novembre.

Nome che probabilmente cambierà durante il processo creativo.

giovedì 10 novembre 2011

OpenELEC

OpenElec - Open Embedded Linux Entertainment Center o anche detto "come avere in 30 secondi un media center funzionante".
Ok tra scaricare, scompattare il tag.gz e mettere il tutto su chiavetta ci sono voluti 5 minuti.
Ma l'installazione è stata veramente rapida e la cosa più bella era che dopo il riavvio funzionava tutto.
Telecomando incluso e in maniera molto fluida.

Ho dovuto solo dare un aggiustatina all'audio e alla splash screen, due finezze niente di più.

E ora in un attimo vedo tutte le condivisioni samba della rete, guardo la tv attraverso la chiavetta usb.

Insomma il mio Asus EeeBox 1501 + Elgato EyeTv Diversity è rinato.
Mi spiace un sacco aver lasciato MythTV ma avevo bisogno di qualcosa di veloce e reattivo.

Magari più avanti faccio una sorta di recensione più approfondita. Vediamo.

giovedì 3 novembre 2011

domenica 30 ottobre 2011

Oggi ho trovato una margherita.

Ne ho staccato i petali uno ad uno
e sono arrivato a contarne 15.

domenica 23 ottobre 2011

Cose

Non posso godermi il momento come tutti?
No, devo avere pensieri e sentimenti che me lo impediscono.
Non posso godermi il momento!

Posso non essere Tipico ma comunque vengo apprezzato.

Poi però vengo scartato.

Sono irrimediabilmente strano. Solo che non tutti conoscono questo mio lato. E se lo conoscono non sempre lo accettano.

Ho un rapporto parecchio strano con la morte ma salvo rari casi (zombie per dirne una) i morti non tradiscono o feriscono. Solo i vivi lo fanno.

Mi sto scontrando sempre di più con l'idea che la gente ha di me.
Non mi piace per niente e potrebbe essere il caso di lavorarci sopra.

L'umanità mi aggredisce. Sempre e comunque.

Finire Portal 2 mi ha fatto tornare la voglia di Intelligenze Artificiali.


sabato 22 ottobre 2011

Buon sabato

Il programma di oggi è molto semplice.
Birra, sigarette, Portal 2, The Walking Dead s02e01, Dead Island.

Probabilmente seguito da sclero generale.

mercoledì 12 ottobre 2011

STAI SBAGLIANDO TUTTO

Non me ne sono accorto, ma oramai è chiaro che l'Universo da un pò mi sta mandando un messaggio.
Qualcosa di simile a "STAI SBAGLIANDO TUTTO".

E andrebbe anche bene se fosse così, almeno saprei che cosa cambiare: TUTTO.
E si spiegherebbe la sfiga che mi perseguita ultimamente: ultimo in ordine temporale il mio simpatico dente che ha deciso di rompersi.

Oggi non è la migliore delle mie giornate, lo ammetto, vedo tutto nero, sono incazzato, sto ingigantendo i problemi e ho anche tanti cattivi pensieri in testa.

Sarebbe bello se nel prossimo messaggio fosse specificato il come e il dove iniziare questo cambiamento...

Anche se qualche idea c'è l'ho già......

martedì 4 ottobre 2011

...lemonade...

Ieri ho fatto una cosa che non facevo da tempo.
E per capire il sorriso ebete che ho addosso bisogna evitare di pensare a tutto quello che sta intorno a questa "cosa" e serbare il ricordo di quel bel momento, ormai passato.
 Domanda: come vengono processati i ricordi nella mia testolina?

Risposta semplice: Boh

Risposta ponderata: Che sia una cosa avvenuta ieri o un anno fa, la rivivo in modo strano.
Provo la stessa sensazione di rientrare in una stanza che nessuno visita da un sacco di tempo: ci sono ragnatele ovunque, polvere alta due dita e tutto sembra surreale.
Non so mai se quello a cui sto pensando è un ricordo o un sogno, non riesco a distinguere.
E così i momenti belli ci sono ma perdono importanza, facendomi credere di non averli per niente vissuti e allo stesso tempo vivo sogni molto realistici.

Fortunatamente i momenti belli lasciano il segno in altri modi: restano sulla pelle, dentro la pelle.

domenica 2 ottobre 2011

Domenica

In piedi alle 7,30, una domenica molto diversa dalle altre.
Ma niente che un buon cappuccino non possa sistemare.
E visto che ora a letto non torno più ho deciso di buttar giù due righe.

Devo ricominciare a segnarmi le spese, perché tra compleanni, lauree, serate, fumetti ecc ecc non so quanto sto spendendo. Sicuramente un sacco.

È bello avere amici che ti ascoltano senza giudicare e ti spingono a fare quello che senti.

Guarire è sempre difficile, ci vuole tempo mentre per ammalarsi basta un attimo.

Sto dimostrando una straordinaria forza di volontà, resistendo troppo ad alcune tentazioni.

Uccidere zombie senza l'uso di armi da fuoco è veramente rilassante. Rilassamento che si bilancia con l'ansia creata dalla stessa attività.

È piacevole parlare, chiarisi e darsi delle regole e 5 minuti dopo infrangerle.

I Dananananaykroyd si scioglieranno dopo la fine del tuor. Una componente dei Los Campesinos ha lasciato il gruppo da poco. Non capisco se sono coincidenze o se sono io a portare sfiga comprando in pre-ordine i nuovi album.

Provare dopo tanto tempo la totale assenza di controllo sul proprio corpo è fantastico.

Ormai è tempo di una nuova foto profilo, che come sempre sarà o impulsiva o molto molto studiata.

Mi pare che ci siano tutti i pensieri che mi sono venuti in mente tra ieri e oggi.
Ora mi dedicherò a provare qualche gioco dal nuovo Humble Frozen Synapse Bundle, ma poi dovrò iniziare a prepararmi fisicamente e psicologicamente per un bel pranzo parenti.

giovedì 29 settembre 2011

Piccole rivincite

A quanto pare un prodotto di cartoleria della grande distribuzione è risultato sbagliato e un nostro cliente è venuto da noi per sistemarlo.

Nello specifico parlo di fogli a buchi, quelli da quaderni ad anelli.
L'errore sta nella disposizione dei buchi, messi per così dire alla cazzo.

Sono piccole soddisfazioni che, di sicuro, non ci faranno diventare ricchi ma abbracciano una mia idea.
L'idea che nel piccolo si trovano tante cose.
Forniamo molti più servizi di quelli che elencati sul sito aziendale.
Uno su tutti: ascoltiamo i problemi e le lamentele della gente. 

giovedì 22 settembre 2011

Strade e parcheggi

Entro in macchina. Metto la cintura e accendo il motore.
Ingrano la retro e compio una manovra ad U larga.
Ingrano la prima e mi dirigo verso il cancello
E poi rimango lì, fermo aspettando che qualcuno rallenti per farmi immettere in strada.

Ci sono volte in cui è meglio spegnere la macchina perché tanto non mi fanno passare.
Volte in cui mi sento un pò stupido per aver scambiato un parcheggio per un'altro.

Lo stesso discorso si ripresenta quando devo rientrare.

Tralasciando volutamente, perché già trattati, gli episodi in cui macchine e camper si parcheggiano davanti all'entrata.

Post veloce

Ho comprato Dead Island via Steam e ci ho giocato un'oretta.
Senza accorgermene ho lasciato attiva la modalità cooperativa via internet.
Quello a cui gioco di solito è tutto single player e quindi non sapevo bene a cosa andavo incontro con la cooperativa (anche se probabilmente avrei dovuto immaginarlo).
Fatto sta che mentre giocavo sono apparsi altri giocatori (tra l'altro uno che aveva scelto il mio stesso personaggio - molto surreale la cosa). Dopo aver finalmente capito come chiudere la modalità cooperativa, ho appreso che il gioco ripartiva in modalità single player ma dal punto in cui erano arrivati i miei vecchi compagni...
Come sempre nei giochi open world (Gothic e Risen) mi piace esplorare e prendermi tempo per vedere tutto. I tizi invece volevano finire il prima possibile le missioni.
Quindi ho cancellato il salvataggio e la prossima volta ricomincio da capo.

Il gioco è una figata...una figata che mi terrorizza, ma era proprio quello di cui avevo voglia...
Un bel survival horror con zombie ambientato in una fantastica isola tropicale.
Ah poi visto che c'ero ho preso anche Portal 2...ma ho dato priorità al download di Dead Island.

Portal 2 su Leopard non gira, quindi sto approntando le ultime cosette per aggiornare a Snow Leopard quanto prima! Visto che il Mac lo uso principalmente per lavoro devo dare priorità alla funzionalità, usabilità e assenza di problemi coi programmi che uso. Per ora tampono giocando a Portal 2 su Windows in Bootcamp.

Restando in tema di distribuzione digitale (Steam) mi sono iscritto a Desura.
Il motivo è presto detto, stanno sviluppando un client per Linux, ancora in beta chiusa.
Mi sto innamorando della comodità di sistemi come Steam per varie cose:
- i giochi si aggiornano automaticamente, non c'è più bisogno di dover controllare se sono uscite patch ecc;
- posso connettermi al mio account Steam da diversi computer e ritrovarmi giochi e salvataggi in modo semplice;
- la funzionalità "in-game" permette di gestire screenshot, vedere gli amici online ed usare un browser senza dover uscire dal gioco;
- "Humble Indie Bundle" è provvisto di un bel codice Steam che una volta immesso attiva i giochi comprati. Evitando la rottura di dover scaricare 12 giochi a mano. (c'è un codice anche per Desura, quindi capite la voglia che ho di partecipare alla beta per linux);
- Risen 2 dovrà essere attivato attraverso Steam, quindi è meglio iniziare ad usarlo bene e ad apprezzarlo!

Ovviamente c'è anche un rovescio della medaglia:
- il gioco acquistato resterà sempre vincolato all'account Steam (non so come funzioni Desura);
- il mercato dell'usato va in malora - visto che non viene proprio concepito per i download;
- cracckare un gioco che richiede l'attivazione Steam è una bella impresa;
- ci saranno sicuramente altre cose negative, ma per ora non ho ancora avuto modo di "affrontarle" quindi nel caso aggiornerò questo post.

mercoledì 14 settembre 2011

E poi ci sono momenti in cui mi sento una persona orribile per i pensieri che ho e per le cose che scrivo.

Momenti che poi passano... O.o

Lamentino

Mi lamento e succede sempre più spesso.
Sto finendo la pazienza.
E il mio limite di sopportazione (per quando riguarda il genere umano) è sotto zero.

Poi, per il quieto vivere mi sforzo di non farlo pesare. Mando giù e vado avanti.

Mi sono accorto che nel piccolo come nel grande ci sono cose non dette che diventano rancori. Rancori che poi si trasformano in odio.

E sono stufo. Stufo di mediare. Di trovare compromessi.

martedì 13 settembre 2011

Sono incazzato! Scrivo da incazzato!

Da una settimana ormai sto male.Sono stufo.
Non capisco se c'è caldo o se c'è freddo, quindi sudo ed ho i brividi.

Ho rifatto da poco le insegne del negozio perché un fottuto camper con i finestrini in fuori è ripartito e ci ha preso dentro, rompendole. Il bastardo non si è fermato, ma ci ha rimesso un finestrino (magra consolazione).

Le ho rifatte e domenica un altro camper ci ha preso dentro. CAZZO
L'ho scoperto solo ora. CAZZO

E l'incazzatura aumenta.

Torno a casa dopo una serata in cui ho speso molte energie per ascoltare visto che l'otite di merda mi fa rimbombare tutto.
Torno a casa e due macchine sono ben parcheggiate davanti al mio cancello aperto.
Alla fine con un briciolo di bontà chiedo che succede e aiuto con i cavi (che prontamente tengo in macchina dopo aver avuto brutte avventure anni fa) a far ripartire la batteria e quindi la macchina.
La tentazione di parcheggiare dietro ignorandoli era molto alta.
Ed è uno di quei momenti in cui dici cose tipo: "non esco - non lo faccio - ecc" e ripetutamente "esci - fai - ecc" ma per tutto il tempo ti ripeti "Ma perché cazzo sono uscito - l'ho fatto - ecc"

Sto male da una settimana e non si fanno sentire.
Per poi dire che sembro triste.

Sto male, non fumo e non bevo birra da una settimana.
Volendo potremo considerarlo un traguardo.
Ma ormai sono abituato, anche se era da tanto che non lo facevo, a smettere per tot tempo di fumare.
Il bere è un'altra cosa. Quello non era mai successo.
Mi manca la birra.

Mi chiedo se quelle date "cose" sono veramente cambiate o se sono io a percepirle così. Vorrei avere la risposta. Perché mi rode e mi dispiace.

Ho la tendenza, un giorno sì e un giorno no, di odiare tutto e sentirmi abbandonato.

Sono incazzato e stanco.
Ho voglia di dormire per 24 ore di fila senza che qualcosa vada storto.

Vaffanculo. So già che non succederà.

martedì 6 settembre 2011

Dream

Ho fatto un sogno talmente strano che preferisco riassumerlo in poche parole.

Una ragazza provava a darmi il suo numero di telefono e io mi trovavo in mano un iphone senza saperlo usare.
Sconsolato lo buttavo via e iniziavo a frugarmi nelle tasche trovando l'N900.

Se questo non è amore per il mio cucciolo (il nokia N900, intendo) non so cosa sia.


Questo post è stato travagliato.  Il sogno completo era così assurdo che non me la sentivo di renderlo pubblico.

giovedì 1 settembre 2011

Svago

Oggi posto screenshot che mi han fatto ridere.
Tutti presi dal Mac al lavoro. :-D
Il primo è lo splash screen di InDesign (per mac) e la parte che mi fa ridere è il fatto che 
stia "avviando il registro dei servizi di Windows"

 Questo invece è il messaggio che si riceve quando ci si collega con "Condivisione Schermo" da e verso lo stesso mac. A Quanto pare fare le cose con se stessi non è ben visto (*).

(*) Questo è quello che si provoca quando si gioca con se stessi!
Collegato tramite vnc da e verso lo stesso mac. 
Se non si usano i programmi di sistema si riesce senza problemi.

mercoledì 31 agosto 2011

Los Campesinos - Hello Sadness


In pausa pranzo grazie a google reader e facebook ho scoperto che i Los Campesinos hanno aperto i pre-ordini per il loro nuovo disco "Hello Sadness" che uscirà il 14 novembre.
Oggetto del pre-ordine è un bundle comprendente cd, digital download, tshirt, dvd e demo.
Insomma una cosa molto appetitosa e ricca.

Inutile dire che mi sono bastati 5 minuti per riprendermi dalla news e fare l'ordine.
E ora, come ogni volta che compro via internet, passerò le giornate a contare quanto manca, a controllare se postino o corriere hanno consegnato e ad aggiornare la pagina di avvenuto acquisto per rimare aggiornato!

Nel caso non si fosse capito ripeto: devo aspettare fino al 14 novembre!

martedì 30 agosto 2011

Ho ripreso a lavorare...col pubblico.
E nel giro di due ore tutto è tornato come prima.
Soliti problemi del cazzo, solita routine, solita gente!

Ma apparte il sentirmi un pò stanco (è proprio brutto non riuscire a dormire) cerco di essere positivo e costruttivo.
Costruttivo sopratutto quando prendo a calci i macchinari perché non voglio andare.

Quali sfide mi attenderanno in questa nuova ed entusiasmante stagione lavorativa?

Bottoni

Ho ritrovato, quello che d'ora in avanti sarà, il mio bottone porta fortuna.
Fino alla settimana scorsa era un semplicissimo bottone verde che lavorava in coppia con un suo gemello per chiudere una tasca laterale di un paio di pantaloni tre quarti.
E dico che porta fortuna soltanto perché voglio credere che, avendolo ritrovato e rimesso a suo posto, ora le cose andranno meglio.
Se non sempre almeno quando indosso quel paio di pantaloni.

Cosa che in effetti è già successa.
Certo niente di eccezionale o rivoluzionario...ma una cosa piccola.
Perché alla fine ho capito che sono quelle a farmi stare bene (le piccole cose).
A farmi apprezzare di più me stesso. E forse ad essere più positivo in generale.

Per aiutarmi in questo (l'essere positivo) ho scritto la data e l'evento su più supporti: cd rovinati che uso per abbellire la scrivania al lavoro e fogli di carta volanti!

domenica 21 agosto 2011

Lettere

Mi chiamo Paolo e quando ero in prima media ero innamorato di una ragazza di uno o due anni più grande, Aurora.
Innamorato come può esserlo un ragazzo di quell'età.

Un giorno arrivato a scuola ricevo da lei una lettera, me la consegna e va in classe.
Io subito rimango fermo, bloccato, senza capire cosa sia successo.
Ovviamente avevo mostrato segni di interesse ad Aurora, ma una lettera, forse la prima lettera che ricordo, era inaspettata.
Ho passato tutta la mattina, durante le lezioni, a leggerla.
Ero molto emozionato ed ero alle prime armi con il fare altre cose durante le lezioni per cui, appunto, ci ho messo tutta la mattina.
Non ricordo esattamente cosa diceva la lettera, ricordo solo che ogni frase era pura gioia. Leggere che anche a lei piacevo era assolutamente fantastico.

Ma arrivato alla fine, gelo e confusione: avevo letto la firma e non era la sua.
Quella lettera era di Renza. Una ragazza della mia classe.

Non sapevo cosa pensare, non sapevo cosa fare, non sapevo cosa dire.
Ho preso il coraggio in mano, visto che Renza non mi piaceva e non sapevo provasse qualcosa nei miei confronti.
Ho preso il coraggio e sono andato da Renza a chiedere spiegazioni.
Mi strappa la lettera di mano e mi racconta che non era destinata a me, ma ad un altro Paolo che era in classe con Aurora.
Renza la mattina aveva parlato con Aurora chiedendole se poteva dare la lettera a Paolo, senza specificare quale.

Fine.

Questa storia è autobiografica, ma sia il mio nome che quello delle altre persone coinvolte sono stati cambiati non so bene per quale motivo.

Inoltre, questa storia e volutamente senza morale, almeno io non ho trovato morale in un episodio della mia vita che stranamente mi è tornato in mente.

Aggiungo solo che poi con Aurora sono uscito diverse volte. E, anche se non è mai successo niente, lo considero sempre un vanto per aver avuto un appuntamento con una ragazza più grande.

Potrebbe essere anche un obbiettivo da ri-raggiungere prossimamente.

sabato 20 agosto 2011

Il Cuore d'Oro volava silenzioso nella notte spaziale, spinto ora dalla
normale propulsione fotonica. Le quattro persone che vi si trovavano a
bordo si sentivano abbastanza inquiete, adesso che sapevano di essersi
trovate insieme non di loro propria volontà, o per semplice
coincidenza, ma per qualche incomprensibile bizzarria della fisica,
quasi che i rapporti fra le persone fossero soggetti alle stesse leggi che
governano i rapporti tra gli atomi e le molecole.

Guida Galattica per Autostoppisti, Cap. 14

giovedì 11 agosto 2011

Scritti

Per vari motivi ho voluto rileggere le ultime pagine di questo blog e i primi post di racconti brevi che ho scritto su tumblr.

Mi stupisco sempre. Di me intendo. Scrivo senza quasi pensare. Dovrei provare a fare molte altre cose senza pensare troppo. Rischio di vivere meglio.

Piccolo aggiornamento riguardante l'HTpc.
Ho installato Mythbuntu 11.04 e ora tutto funziona.
Ci sono ancora problemi per quanto riguarda il digitale terrestre e ogni tanto si riavvia mythtv-frontend, ma nel complesso sono contento.
Unica pecca: è poco family friendly (anche se non so se è un limite "fisico" o solo mia "incompetenza").

Sul mac ho provato, molto velocemente, Boxee e nei prossimi giorni lo proverò anche sull'Eee Box.

Per quanto riguarda il voler rigiocare a tutta la serie Gothic+Risen:
poco tempo fa ho provato ad installare il primo su Ubuntu tramite Wine.
Non partiva.
Allora l'ho installato sul mac nella partizione bootcamp con win xp.
Non solo non partiva, ma mi ha bloccato windows.
Quindi per ora lascio stare.
Anche perchè ho partecipato alla terza edizione di "Humble Indie Bundle" e ora mi ritrovo con ben 12 giochi nuovi, multipiattaforma e drm-free (con tanto di supporto per Steam e Desura).
Quindi ne ho da passarmi via!

Con questo non voglio dire che abbandonerò Gothic o Risen anzi.





Elementi

Mi sono riavvicinato ad uno degli elementi che mi fanno stare meglio: l'acqua.

Starmene in piscina immerso completamente, con solo naso, pancia e gambe (la piscina è piccola) che spuntano fuori mi rilassa.

I pensieri svaniscono e tutto diventa chiaro e semplice.
E in più mi sto anche un pò abbronzando, che non è male.

L'altro elemento che mi da lo stesso effetto, anche se in maniera diversa, è il fuoco (e no, non sono un piromane)
Fire

martedì 9 agosto 2011

La parola chiave con cui posso riassumere i fatti di quest'anno riguardanti "carne e sentimenti" è: non so.
O meglio, non so cosa voglio

venerdì 5 agosto 2011

Agosto

Ed è nuovamente Agosto.
Mese nel quale tiro le somme di un anno di lavoro (vuoi per le ferie, vuoi per le tasse) e non solo.
È passato tanto tempo dall'ultima volta che ho scritto qui.
Non è che non avessi idee o voglia, semplicemente iniziavo a scrivere e poi mi bloccavo.
Con le bozze che ho potrei scrivere un libro. Un libro incompleto e probabilmente senza senso ma comunque un libro.

L'esperienza "Vivere in un attimo, vivere in un attico" (anche detto mansardina già arredata) è finita qualche tempo fa. Durata: 6 mesi! Belli e particolari in cui ho capito che da solo riesco a sopravvivere, in cui ho capito e ri-apprezzato il valore dello stare da soli, in cui ho capito quanto è importante avere una casa calda d'inverno e fresca d'estate.
Per vari motivi alla fine sono tornato a casa, ma non è stato del tutto un male.

Stranamente ho iniziato ad occuparmi di piante e fiori, innaffiandole ogni giorno.
Ho avuto non poca soddisfazione quando un cactus ormai secco incendiato ha ripreso a vivere.
Sono andato contro le "regole" e davo da bere a quel pezzo di legno finchè non è spuntata una piccola cosetta verde che poi è cresciuta! (flickr album)

Con il lavoro procede tutto bene, le ultime due settimane sono state particolarmente buone.
C'è stato un terremoto domenica 17 luglio che in pochi hanno percepito, per me è stato come un terremoto interiore, mi ha fatto vedere le cose da prospettive diverse (ripeto non ho avvertito niente ne è successo niente ma mi ha dato una "botta" lo stesso). E sono così passato dal voler distruggere (creazione attraverso la distruzione) al voler migliorare le cose (creazione attraverso la trasformazione).
Tra le altre cose ho comprato l'Adobe Creative Suite Desing Standard 5.5, finalmente (prima avevo la CS3) posso aprire i file freehand con Illustrator senza problemi.

Sul fronte vita privata non ci sono novità particolari.
Ho sempre i miei momenti oscuri che spesso coincidono con barba incolta (sarà la pigrizia mentale che mi spinge a non curarmi). Ma ho sempre amici pronti ad ascoltarmi. Quindi, nonostante lo faccia spesso, non ho proprio motivo per lamentarmi.

venerdì 10 giugno 2011

giovedì 9 giugno 2011

sbottare

Ho appena litigato con un cliente al telefono.
Mi accusava di avergli fatto perdere tempo perchè avevo stravolto le bozze.
L'unica cosa che ho fatto è stato copia/incollare le modifiche che mi hanno dato.

Questo cliente sosteneva che dovevo  controllare il senso della frase.
Dopo 5 minuti in cui mi continuava a ripetere le stesse cose, ho iniziato a rispondere a tono.
Dicendo che se sono in 3 che decidono e non si parlano tra loro non c'entro niente.
Dicendo che non sono qui a fare l'analisi del testo (e quì mi sentivo molto Crozza che imita Bersani).
Dicendo che è da questo inverno che gli chiediamo di darci le modifiche ai listini per non finire come ogni anno a fare le corse a stagione avviata.

E tante altre cose che tenevo dentro da troppo.....

Lo so che non bisognerebbe farlo, che il fottuto cliente ha sempre ragione (e comè che quando sono cliente io, ragione non c'è?), che bisogna volersi bene e rispettarsi (anche se non ho insultato nessuno e avrei potuto)...........

Lo so.....ma volete mettere quanto sia liberatorio tutto ciò!

STO BENISSIMO ADESSO
(forse un pò spaventato da quello che covo dentro......forse)

potrei applicare questa cosa al resto della mia vita.
probabilmente finirei solo e senza lavoro....ma mi sarei tolto qualche sassolino.

mercoledì 1 giugno 2011

non c'entra un cazzo....

Della mia nonna paterna ricordo che mi diceva su, seduta sulla sua poltrona a casa di mia zia.Il motivo invece non lo ricordo.


Del mio nonno paterno ricordo che mi aveva bloccato e sgridato verbalmente per 5 minuti per aver versato acqua al contrario (nel senso: con la bottiglia in mano in un movimento opposto al comune buon senso).


Facendo un rapido passaggio mentale, mi ricordo molto bene le figure di merda e i momenti in cui venivo "sgridato".



Il perché abbia deciso di scriverlo ,o anche solo di pensarlo, è ignoto a me come a voi!

giovedì 19 maggio 2011

Letterpress on Vimeo


Letterpress from Naomie Ross on Vimeo.

Mi torna in mente la mia infanzia, quando vedevo mio papà e mia mamma che componevano e stampavano!

venerdì 11 marzo 2011

Il futuro non arriva

Non so se è sfiga o semplicemente il fatto che spesso sopravvaluto le mie capacità e conoscenze,
ma ultimamente (chissà quante volte su questo blog ho raccontato di qualcosa dicendo, ultimamente)
beh ultimamente non ne va dritta una.

Per fare un esempio, ultimo di una serie e probabilmente quello che a livello "vita vera" centra meno.
Il mio progetto (quanto mi piace fare progetti) di home theater pc è ancora in stallo.
Con mythbuntu 10.10 non andava il telecomando e dava problemi di vario genere.
Così mi sono detto...installo la versione prima dove il telecomando funziona.
Detto fatto. Ma per far funzionare la chiavetta dvb-t serve un kernel aggiornato (2.6.35...quando lucid esce con un 2.6.32)
ok allora installo dai repo lucid-proposed-update questo kernel.
Ora sono pronto per configurare il telecomando.
Beh lirc-module-source non si installa per un problema che sto approfondendo solo ora.
Alla fine sono punto e a capo.
Quindi ho deciso che per ora resta così...e ad aprile installerò la 11.04
con kernel e lirc aggiornati, sperando ovviamente che non diano altri problemi.
E qui ritorno a quello che dicevo prima.
Mi sopravvaluto o comunque sopravvaluto le mie capacità.
Perché sicuramente qualcuno più capace sarebbe riuscito a risolvere il tutto.
Chissà

Resta il fatto che ultimamente (e ritorniamo con ultimamente) con la tecnologia ho un rapporto burrascoso.
Tanto nel privato che nel lavoro.
E sempre più spesso vorrei mollare tutto e ritirarmi a vita semplice,
ricalcando un po la pubblicità di un auto, aspettando che arrivi la Tecnologia che sogno.
Quella che aiuta invece di complicare.

Odio ammetterlo ma a quanto pare sto maturando...
In una direzione che mai avrei creduto.
Una direzione che mi allontana dalla mia amata tecnologia.

Ma spero sia solo un momento.
Perché prendere interamente questo sentiero equivarrebbe a sopprimere una parte molto grande di me.

(Tra l'altro questo post apocalittico che vuole segnare la "fine del mio mondo così come lo conosciamo" è stato scritto sull'N900)

UPDATE
5 minuti dopo aver finito il questo post
stavo già provando firefox 4 rc sul mac
questo a dimostrazione del fatto di quanto sia coerente con me stesso!
:-)

giovedì 20 gennaio 2011

Estratti

"... Serina dormiva nel mio letto, ma non voleva essere lì. E dormire in un letto con una ragazza che non desidera dormirci è la quintessenza dell'inferno. Non c'è niente di più doloroso del dormire accanto a una bella ragazza che ami e sapere che se la tocchi le dai fastidio. È come avere un fottutissimo coltello infilzato fra le costole. ..."

E morì con un felafel in mano
di Birmingham John
A ripensarci adesso, forse anche io sentivo il coltello...

Ma non vuole essere un post triste, ed è nato molto per caso.

Ieri su izismile ho trovato la foto, il giorno prima ho finito di leggere "E morì con un felafel in mano".
Strani allineamenti di pianeti mi hanno permesso di riportare qui questo estratto che altrimenti sarebbe rimasto su carta.

martedì 18 gennaio 2011

Rifai la domanda più tardi

Io: "Capirò mai cosa voglio dalla vita??"
Palla 8: "Per quanto posso vedere, si."
Io: "In punto di morte?"
Palla 8: "È decisamente così."

Le conversazioni con la Palla 8 sono una delle cose che preferisco nei miei giorni tristi/incazzati.
Non si sa mai cosa aspettarsi.

giovedì 13 gennaio 2011

Lasciare le cose a.....

Vivo nel limbo della definizione tra micro e piccola impresa!
E, peggio di tutto, ricado nella voce "pubblicità".

È un settore, il mio, in cui tutti conoscono tutti. 
E come mi capita sempre: IO NON CONOSCO NESSUNO!!!!

La mia voglia di fare si scontra con la dura realtà dei nostri giorni,
la mia voglia di distruggere si scontra con il caro benzina.

(pensieri odierni)

Ho un flusso continuo di pensieri ed idee che difficilmente riesco a trasportare su carta o su blog (e ripeto, non lo dico per tirarmela).
Devo trovarmi un momento tranquillo per trasportare il casino che ho in testa qui.

Se penso a tutti i post che ho in bozze, che si aggiungono di diritto tra tutte le cose che ho lasciato a metà.

giovedì 6 gennaio 2011

martedì 4 gennaio 2011

è una strana sensazione.
ma spesso mi sembra di essere tagliato fuori.
nonostante cerchi di essere presente
basta una volta per perdere il filo.
 e di colpo mi sento come un estraneo.


come sempre la Guida viene in aiuto.
Non ho ancora avuto il tempo di fare considerazioni sull'anno appena passato che già mi trovo a dover "pianificare" il 2011.
Dico "pianificare" perché non sono programmi dettagliati quelli che devo fare.
Ma devo decidere una rotta da seguire per me e per il fottuto lavoro.

Si certo, niente di nuovo, ma la faccenda sta diventando fastidiosa.
E la speranza di avere un'idea rivoluzionaria si sta affievolendo.

Buon 2011!!